19. feb, 2016

Genitori come fonte

Nell'educare, nel guidare o nell' indirizzare i nostri figli lungo il cammino della loro vita si deve sempre essere il modello consapevole a cui loro faranno riferimento. Niente potrà mai essere recepito nel profondo, se nel profondo non viene vissuto.

Il genitore, quindi, deve sempre essere la fonte di ciò che vuole trasmettere ai propri figli, una fonte che elargisce a piene mani i doni, i talenti, le capacità, i valori, i sentimenti che sono radicati nel suo animo. Non può infatti chiedere al figlio di essere calmo, se dentro di sè vi è agitazione. Non può pretendere pazienza se dentro di sè è impaziente. Non può richiedere la verità se dentro di sè è disonesto.

Tutti i nostri comportamenti di adulti rispecchiano in modo veritiero ciò che realmente siamo e le nostre parole non contano niente se entrano in dissonanza con ciò che compiamo quotidianamente. 

Essere genitore come fonte richiede questa consapevolezza che cresce e si sviluppa quotidianamente con una paziente e quotidiana attenzione a partire dalle piccole cose. Ecco perchè spesso si dice che i bambini sono i nostri maestri.