5. giu, 2016

Non tradire noi stessi per non tradire i nostri figli

Essere la migliore versione di noi stessi è l’unico modo per educare i nostri figli  con il cuore consentendoci di non tradirli non tradendo noi stessi.

Ma cosa è un tradimento?

Il tradimento è un patto di fedeltà che non è stato rispettato, un accordo che non è stato portato a compimento, per lo meno nella sua forma completa. E’ una mancanza a una promessa fatta al momento della nostra nascita: darò al mondo il meglio di noi stessi attivando i nostri talenti per renderlo un posto migliore, e contribuendo alla sua e alla nostra evoluzione.

Al momento della nostra venuta al mondo abbiamo urlato “Sì, eccomi!!!! Io Sono ….qui” e posso diventare potenzialmente tutto ciò che desidero Essere, perché seguirò sempre la mia ispirazione, e ne sarò certo per la gioia che proverò, per l’entusiasmo che mi sosterrà sempre.

Poi la nostra mente è stata riempita da credenze, spesso limitanti, che ci sono state impartite dalle persone che più ci amano, suggerite per salvaguardarci da ciò che loro stessi pensavano potesse causarci un dolore. Ma il dolore che potrebbe giungere dall’inseguimento di un sogno, di un desiderio ci dà la possibilità di fermarci e di collegarci nuovamente alla nostra più autentica intenzione e comprendere se stiamo percorrendo il sentiero giusto e se debba essere cambiato in parte o in toto.

Avere fede in noi stessi, amare noi stessi, avere cura di noi stessi, comprendere le nostre necessità, i nostri bisogni, proteggere i nostri sogni condividendone la gioia che ci danno, sapere ogni volta che direzione seguire, alimentati solo dall’entusiasmo, ci rende persone migliori, genitori migliori, perché non vivremo mai nella mancanza che altri devono colmare, compreso i nostri figli, ma saremo sempre grati del nostro presente che ci permette di esprimere sempre e solo il meglio di noi stessi.