5. nov, 2016

La presenza a scuola

Fare l'appello in classe è la prima azione che una maestra, un maestro o un insegnante fanno all'inizio della loro giornata a scuola. Appena sentono il proprio nome, il bambino o la bambina, rispondono immediatamente, Presente! Ma io mio domando, lo sono davvero? Sono davvero presenti al momento dell'appello? E lo resteranno per il resto della giornata?

La presenza a scuola non è occupare fisicamente un luogo o uno spazio, quanto essere nella propria PRESENZA INTERIORE. Solo da questo luogo è possibile mantenere vivo lo stupore, la curiosità, che portano i bambini a porsi e a porre i grandi quesiti dell'esistenza. Da questo luogo si impara ad amare la propria UNICITA' che prende voce ogni volta che l'intuizione fa capolino nella mente.

Quindi impariamo noi adutli a onorare la PRESENZA dei bambini, delle bambine a scuola, con i sorrisi, con i  complimenti, con gli incoraggiamenti, aiutiamoli ad ascoltare le loro intuizioni, ad assecondare la loro creatività. Solo in questo modo i piccoli imparano ad amarsi, ad accettarsi e a rispettarsi proprio per la loro UNICITA' e DIVERSITA'.