22. nov, 2016

La fiducia e il vivere pienamente

La rel-azione è l'agire verso l'altro, è creare un ponte tra ciò che siamo e ciò che è l'altro, lasciando libertà al fluire del prezioso e unico significato di ogni storia. 
Nella rel-azione non c'è giudizio, non c'è colpa, ma attento ascolto di chi è davanti a noi che con il suo Esserci, anche nel silenzio, dà vita a un dialogo che vuole essere inteso, capito, accolto. Su queste delicate e profonde premesse si basa la Fiducia, la certezza solida che siamo stati riconosciuti dall'altro nella nostra unicità irripetibile e che noi, a nostra volta, lo abbiamo riconosciuto e accolto nel nostro abbraccio empatico. A questo punto i "voli" saranno più alti, un tendersi con fede verso se stessi lasciando che ogni capacità, abilità possa esprimersi senza timore alcuno.
Quando viene meno questo atto di fede, viene tradito il nostro agire nel mondo, viene tradito il contributo che diamo ad esso e ci sentiamo vittime incomprese. 
Non tradiamo la fiducia dei nostri figli, non rendiamoli vittime, ma incoraggiamoli, aiutiamoli a tirare fuori il meglio, amiamoli durante le scoperte che fanno del mondo, sorreggiamoli nelle loro incertezze potenziando le loro risorse e capacità.